Cosmonauta

Nel 1957 una bambina di nove anni, Luciana, comunista come il fratello epilettico Arturo, cresce convinta che la rivoluzione cominciata dall’Unione Sovietica possa trionfare dovunque e che lei un giorno cambierà il mondo. Il film è giocato sul parallelismo tra l’utopia di una nuova società tanto cara a chi frequentava le sezioni del PCI e il sogno dello spazio visto con l’occhio della giovane protagonista e del fratello.